ELEZIONI EUROPEE: FEBEA, PETIZIONE PER FERMARE LA SPECULAZIONE FINANZIARIA (2)

"Ora che ci troviamo in prossimità delle elezioni europee – prosegue la petizione -, è importante che i candidati si assumano la responsabilità di intervenire per correggere le distorsioni del sistema finanziario, ridando alla politica il ruolo che merita. Solo un messaggio chiaro in tal senso permetterà ai cittadini di acquisire nuova fiducia nella politica e votare con maggiore coscienza". Per questo attraverso la petizione – accessibile per ora in 4 diverse lingue Ue – i cittadini europei potranno porre 6 domande cruciali ai candidati alla Presidenza della Commissione europea (Jean-Claude Juncker, Epp; Martin Schulz, Pes; Guy Verhofstadt, Alde; José Bové and Ska Keller, Green; Alexis Tsipras, El). Le domande riguardano il processo di introduzione di una Tassa sulle transazioni finanziarie, che sia efficace nel contrastare la speculazione in tutti i Paesi Ue, come la separazione tra banche che svolgono attività finanziarie rischiose e banche basate principalmente sulla raccolta del risparmio, un riconoscimento specifico del ruolo delle banche etiche europee, il contrasto dei paradisi fiscali e di "shadow banking system", cioè quell’insieme di intermediari finanziari non bancari che fornisce servizi simili alle banche commerciali ordinarie, la regolamentazione dei derivati. 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy