DIOCESI: ROMA, SABATO IL PELLEGRINAGGIO NOTTURNO DEI GIOVANI AL DIVINO AMORE (2)

Per gli universitari il pellegrinaggio segna la fine dell’anno pastorale, tutto incentrato sul senso della chiamata. Il percorso, spiega il vescovo ausiliare Lorenzo Leuzzi, direttore dell’Ufficio diocesano, "ha avuto una forte accentuazione vocazionale, perché è stato tutto ritmato sulla chiamata di Matteo: una chiamata forte, immortalata dal Caravaggio, e che sappiamo essere molto significativa anche nel cammino spirituale di Papa Francesco". La notte di preghiera, quindi, scandirà anche la fine del percorso accademico e il passaggio all’inizio della preparazione della sessione di esami che, alla vigilia della Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni (11 maggio), aprirà alla riflessione e alla preghiera sul senso della vita e della vocazione. "La fatica dello studio e dell’impegno nella ricerca passano da una prospettiva puramente professionale a una che coinvolge la dimensione progettuale della vita", continua monsignor Leuzzi: "In questo momento forte di devozione mariana si apre l’orizzonte della vocazione globale dell’esistenza dell’uomo, proiettata all’esperienza del fidanzamento e del matrimonio o al servizio alla Chiesa".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy