PAPA FRANCESCO: A VESCOVI AMICI FOCOLARI, SECOLARISMO E TERRORISMO INTERPELLANO CRISTIANI (2)

"Anche questo – ha proseguito il Santo Padre – è un modo, forse per noi il primo, di rispondere alla globalizzazione dell’indifferenza con una globalizzazione della solidarietà e della fraternità, che tra i battezzati dovrà risplendere in modo ancora più nitido". Nel suo discorso, papa Francesco ha elencato le sfide che i cristiani insieme sono chiamati ad affrontare: "il fatto che in diversi Paesi manchi la libertà di manifestare pubblicamente la religione e di vivere apertamente secondo le esigenze dell’etica cristiana; le persecuzioni nei confronti dei cristiani e di altre minoranze; il triste fenomeno del terrorismo; il dramma dei profughi causato da guerre e da altre ragioni; le sfide del fondamentalismo e, dall’altro estremo, del secolarismo esasperato". I cristiani devono pertanto trovare le vie necessarie che conducono alla loro unità e – facendo quindi riferimento al tema dell’incontro – "tra queste vie ce n’è una che è una strada maestra, ed è proprio l’Eucaristia come mistero di comunione. "Lì, nell’Eucaristia – ha detto Francesco -, noi sentiamo chiaramente che l’unità è dono, e che al tempo stesso è responsabilità, responsabilità grave".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy