PAPA A TORINO: MONS. NOSIGLIA, "UN DONO CHE DÀ SPERANZA E INCORAGGIAMENTO ALLA CITTÀ" (2)

Riguardo alla Sindone e alla posizione della Chiesa nei confronti del telo sacro, mons. Nosiglia ha specificato: "Il fatto che tutti i Papi siano venuti a contemplare la Sindone, indica che c’è una grande attenzione verso questa icona che richiama alla Passione del Signore. Ci sono state ricerche sulla scientificità del telo che hanno portato a risposte diverse. Di fatto non sono previste al momento attuale iniziative nuove per la ricerca scientifica sebbene non è da escludere che la ricerca continui con i mezzi moderni sempre più sofisticati per indagare e approfondire un mistero profondo". Dal punto di vista spirituale però – ha aggiunto l’arcivescovo – "interessa soprattutto il fatto che questo telo rappresenta e richiama la passione del Signore". Partecipare ad una ostensione della Sindone significa "non contemplare un uomo morto ma un uomo vivo che apre ad un amore più grande". La Chiesa dunque da una "massima apertura alla scienza". Ma finché non ci sono "certezze scientifiche", "per noi – ha detto l’arcivescovo – prevale la certezza di fede", il rispetto cioè verso "qualcosa che richiama ad un mistero profondo di un amore che dona la vita".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy