EBOLA: MEDICI CON L’AFRICA CUAMM, CENTRO DI ISOLAMENTO IN SIERRA LEONE (2)

Come affrontare questa sfida? Non c’era acqua nelle vicinanze, il terreno era impervio e irregolare – spiegano gli operatori del Cuamm -. Ma con la mediazione delle autorità locali l’area è stata livellata con un caterpillar e siamo partiti con i lavori. È stata anche affittata una casa nelle vicinanze che stiamo ristrutturando e che sarà adibita ad alloggio per lo staff. Ieri c’erano 75 lavoratori locali impegnati: in questi giorni di grande paura per tutti è un bellissimo segno della voglia di lottare e di riprendere in mano il proprio futuro, nonostante Ebola". Intanto, Medici con l’Africa Cuamm registra, oggi, la positiva conclusione del periodo di isolamento precauzionale dei suoi due operatori rientrati in Italia lo scorso 16 ottobre. Passati i 21 giorni di osservazione, nel rispetto delle linee guida condivise dal ministero della Salute e a tutela della sicurezza della comunità d’appartenenza, Chiara Maretti, ostetrica, e Paolo Setti Carraro, medico chirurgo, possono tornare alla loro vita ordinaria. Il team di Medici con l’Africa Cuamm sul campo si rafforzerà presto con l’arrivo di un’infermiera in partenza nei prossimi giorni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy