PAPA IN TURCHIA: METROPOLITA GIOVANNI DI PERGAMO, "UN SEGNO PER IL FUTURO"

(dall’inviata Sir a Istanbul)- "La visita di Sua Santità papa Francesco è un segno non solo per il presente ma per il futuro delle nostre Chiese. E’ un invito a tornare ai tempi in cui eravamo pienamente uniti. Siamo grati che i leader delle Chiese di Roma e Costantinopoli siano ispirati da questa comune visione". Si respira aria di grandi eventi qui ad Istanbul, dove questa mattina papa Francesco è stato personalmente accolto all’aeroporto di Ataturk dal Patriarca ecumenico di Costantinopoli Bartolomeo I. A fare il punto del dialogo tra le due Chiese è il Metropolita Giovanni di Pergamo (Zizioulas) che da anni co-presiede la Commissione mista internazionale per il dialogo tra la Chiesa cattolica e le Chiese ortodosse nel loro insieme. Un dialogo difficile e complesso. Ma ci sono elementi nuovi – dice il Metropolita parlando ai giornalisti – che fanno sperare. "L’umiltà di Papa Francesco dà la speranza che le cose stiano cambiando in meglio. Il Papa dimostra una grande sensibilità alle tematiche sociali e a quanto accade oggi nel mondo, in particolare in Medio Oriente. Le difficoltà che i cristiani di quella regione stanno affrontando, ci unisce fortemente gli uni con gli altri perché in situazioni così drammatiche di guerra e persecuzione, nessuno chiede all’altro se è cattolico o ortodosso. E’ sufficiente essere cristiani". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy