PARLAMENTO UE: DOPO IL PAPA, MOZIONE CENSURA A JUNCKER E PACCHETTO INVESTIMENTI

(Sir Europa – Strasburgo) – La visita di Papa Francesco alle istituzioni di Strasburgo (Parlamento Ue; Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa) fissata per il 25 novembre, sta concentrando le attenzioni dei vertici europei. In particolare l’Europarlamento si riunisce oggi in sessione plenaria, fino al 27 novembre, con un ordine del giorno fittissimo. In serata l’aula discuterà, alla presenza del presidente della Commissione, Jean-Claude Juncker e del suo collegio, una mozione di censura, che sarà votata giovedì. La mozione è stata presentata da 76 membri appartenenti al gruppo Efdd (euroscettici) sullo "scandalo" Luxleaks. "Per sciogliere la Commissione – riferisce una nota del Parlamento Ue – la mozione dovrebbe essere votata a maggioranza doppia, vale a dire due terzi dei voti espressi e la maggioranza del numero totale dei deputati (ad esempio 376)". "Nel documento i deputati confermano di non nutrire alcuna fiducia in Juncker come presidente della Commissione europea e come rappresentante dell’Unione europea di fronte ai cittadini". Domani pomeriggio, invece, dopo il discorso del Papa, gli eurodeputati discuteranno l’esito dei colloqui infruttuosi tra Parlamento e Stati membri sulle modifiche al bilancio Ue per il 2014 e sul nuovo bilancio per il 2015. (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy