SALUTE: DON ARICE (CEI) AD AIPAS, "ACCOMPAGNARE LA FAMIGLIA" NELLA MALATTIA (2)” ” ” “

La famiglia, sottolinea ancora don Arice, "chiede compagni di viaggio che sostengano i passi indeboliti di chi lotta con la malattia e il dolore; chiede operatori capaci di accompagnare la perdita di certezze e aiutare un futuro che la malattia ha reso oscuro, con un rapporto empatico capace di essere mediazione e sacramento di quella speranza che viene dall’Alto". Di qui alcune indicazioni operative: anzitutto passare "dalle diagnosi delle situazioni a risposte operative. Non sono sufficienti gli annunci e i propositi di presa in carico ma occorrono buone pratiche anche da far conoscere". E ancora: una pastorale della salute "che abbia al suo centro l’attenzione alle famiglie deve integrarsi in un progetto più globale", in sintonia e in sinergia con "tutta la comunità ecclesiale nelle sue diverse espressioni" per una presa in carico integrale della famiglia. L’invito, infine, alla comunità cristiana ad avere il coraggio di farsi voce di chi è vittima della "cultura dello scarto" perché quanti hanno responsabilità amministrative "favoriscano una sanità a misura di famiglia". 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy