SINODO: MESSAGGIO, C’È ANCHE "LUCE" NELLE FAMIGLIE, MATRIMONIO "PERSISTE"

Accanto ai tanti fattori di "oscurità", c’è anche tanta "luce" nelle famiglie. Comincia così la seconda parte del messaggio, dedicata all’"esortazione", coì come la prima era dedicata alla "consolazione", ha spiegato il cardinale Ravasi nel briefing di oggi. "L’amore dell’uomo e della donna – si legge nel messaggio a proposito del matrimonio cristiano – ci insegna che ognuno dei due ha bisogno dell’altro per essere se steso, pur rimanendo diversi dall’altro nella sua identità, che si apre e si rivela nel dono vicendevole". Un itinerario, questo, che "inizia con il fidanzamento, tempo dell’attesa e della preparazione" e si "attua in pienezza" nel sacramento del matrimonio. "L’amore tende per sua natura ad essere per sempre", scrivono i padri: "L’amore coniugale, unico e indissolubile, persiste nonostante le tante difficoltà del limite umano", e si diffonde attraverso "la fecondità e la generatività, che non è solo procreazione, ma anche dono della vita divina nel battesimo, educazione e catechesi dei figli". "Le famiglie che vivono questa avventura luminosa diventano una testimonianza per tutti, in particolare per i giovani"; si legge nel messaggio, in cui si cita anche la testimonianza di "grande affetto e dedizione" che i nonni e le nonne esercitano in famiglia": "I coniugi cristiani sono chiamati a diventare maestri nella fede e nell’amore anche per le giovani coppie".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy