VITA CONSACRATA: MONS. CARBALLO (CONGREGAZIONE), VANGELO, PROFEZIA, SPERANZA (2)

"Oggi più che mai – assicura mons. Carballo – il mondo ha bisogno di uomini e donne che vivano il Vangelo, siano profeti e seminatori di speranza. Per questo la vita consacrata è attualissima, controcorrente ma attualissima". Commentando nel suo intervento il titolo della lettera, il segretario del dicastero responsabile dei religiosi ha spiegato che l’esortazione "Scrutate" costituisce un passo avanti, rispetto a "Rallegratevi", nel percorso di preparazione all’Anno della vita consacrata A cinquant’anni dal Concilio, per il segretario della Congregazione vaticana, i consacrati sono chiamati a fare memoria di "un evento vivo in cui abbiamo riconosciuto la nostra identità più profonda" e che ha affidato un metodo: "il metodo della riflessione che si compie sul mondo e sulla vicenda umana a partire dalla Parola di Dio". La vita consacrata "sta attraversando un guado ma non può restarvi in modo permanente. Siamo invitati ad operare il passaggio": ad essere "chiesa in uscita", secondo la definizione del Pontefice. Con particolare vigilanza "per cogliere la sfida delle domande che provengono dai crocevia del mondo", la vita consacrata è chiamata anche a individuare "strade nuove e coraggiose per raggiungere tutti" e a "vivere con particolare intensità la statio dell’intercessione".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy