PAPA FRANCESCO: "DOTTRINA HA SCOPO DI SERVIRE LA VITA DEL POPOLO DI DIO" (2)

Ricordando che il Dicastero "si distingue per la prassi della collegialità e del dialogo", il Pontefice ha osservato che la Chiesa "è il luogo della comunione e, ad ogni livello, tutti siamo chiamati a coltivare e promuovere la comunione". "Sono certo – ha continuato – che quanto più la collegialità sarà un tratto effettivo del nostro operare, tanto più risplenderà davanti al mondo la luce della nostra fede". Nella Sessione plenaria è stato trattato il "rapporto tra fede e sacramento del matrimonio". Si tratta di "una riflessione di grande rilevanza" che "si pone nella scia dell’invito che già Benedetto XVI aveva formulato circa la necessità di interrogarsi più a fondo sulla relazione tra fede personale e celebrazione del sacramento del matrimonio, soprattutto nel mutato contesto culturale". Il Papa ha anche ringraziato per l’"impegno nel trattare le problematiche delicate circa i cosiddetti delitti più gravi, in particolare i casi di abuso sessuale di minori da parte di chierici": "Pensate al bene dei bambini e dei giovani, che nella comunità cristiana devono sempre essere protetti e sostenuti nella loro crescita umana e spirituale. In tal senso si studia la possibilità di collegare con il vostro Dicastero la specifica Commissione per la protezione dei fanciulli, che ho istituito e che vorrei sia esemplare per tutti coloro che intendono promuovere il bene dei bambini".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy