DIOCESI: LANUSEI, IL PRIMO MESSAGGIO DEL VESCOVO ELETTO ANTONIO MURA

"In questi ultimi giorni ho pregato e riflettuto molto, in un turbinio di emozioni e di stati d’animo che potete immaginare; dico anche a voi quello che ho scritto al Papa nella lettera di accettazione della nomina: spenderò tutte le mie energie di fede, di speranza e d’amore per la Chiesa che è in Lanusei!". Lo scrive nel suo primo messaggio alla diocesi don Antonio Mura, vescovo eletto di Lanusei. "Verrò a Lanusei con semplicità, umiltà e passione evangelica – aggiunge -. Vi confido che mi piacerebbe bussare con discrezione alle porte di tutte le vostre case: per ora posso farlo solo nella preghiera, immaginando i vostri volti e le vostre storie". Don Antonio dedica "un pensiero particolare ai giovani: le loro speranze, come le loro ansie sono un’istanza che non posso ignorare e che desidero interpretare e illuminare alla luce della fede". Un abbraccio poi a "chi è ammalato, a chi fa fatica a vivere, ai poveri e ai dimenticati di una società spesso solidale, ma talvolta anche tragicamente indifferente". "Faccio mio il grido dolente e impaziente di chi è disoccupato o cerca lavoro – assicura -, mi impegnerò perché alla loro voce si aggiunga la mia". Don Mura annuncia anche di aver scelto come motto una frase di sant’Ireneo, "La gloria di Dio è l’uomo vivente": "Da esso attingo una doppia fedeltà: a Dio e alle persone che incontrerò".” “” ” ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy