CARDINALE BETORI: "IL TEMA DELLA FRATERNITÀ UMANA È DI PARTICOLARE ATTUALITÀ"

"Il Messaggio per il 1° gennaio 2014 ha posto a tema la ‘fraternità, fondamento e via per la pace’. Si tratta di un convincimento saldamente radicato nella fede cattolica, ma tramite l’umanesimo da essa promosso, diventato patrimonio comune della nostra cultura, fino a ritrovarsi nella formula riassuntiva dello spirito della modernità, in cui la fraternità è legata alla libertà e all’uguaglianza". Lo ha detto oggi pomeriggio il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, in occasione della consegna all’amministrazione comunale del messaggio di Papa Francesco per la 47ª Giornata mondiale della pace. "Il tema della fraternità umana – ha osservato il porporato – è oggi di particolare attualità, perché è vivo il rischio che si possa confondere la fraternità con la crescente interconnessione, la mutua dipendenza tra individui e popoli introdotta dagli odierni fenomeni di globalizzazione". In realtà, "la globalizzazione non crea di per sé una maggiore condivisione. Spesso, al contrario, immette nelle relazioni processi di prevaricazione e di abbandono dei più deboli". Papa Francesco, ha ricordato il cardinale, "ama esprimere tutto questo con la nota espressione di ‘globalizzazione dell’indifferenza’", che viene stigmatizzata anche nel Messaggio perché essa "ci fa lentamente ‘abituare’ alla sofferenza dell’altro, chiudendoci in noi stessi". 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy