SHOAH: MILANO, STASERA MEMORIA DELLA DEPORTAZIONE EBREI DA STAZIONE CENTRALE

"Coloro che non hanno memoria del passato sono condannati a ripeterlo": è la frase-simbolo che accompagna la memoria della deportazione dalla Stazione Centrale di Milano, quest’anno giunta alla sua diciottesima edizione nel 70° anniversario dell’evento (30 gennaio 1944). Come ogni anno, stasera, alle 18, alla Stazione Centrale, la Comunità di Sant’Egidio e la Comunità ebraica di Milano si ritroveranno per ricordare gli ebrei partiti quel giorno e nei mesi successivi. L’incontro si svolgerà nei nuovi spazi del Memoriale della Shoah di Milano, Binario 21. Liliana Segre, partita a tredici anni per Auschwitz il 30 gennaio 1944 e sopravvissuta, porterà la sua testimonianza. Anche un’altra testimone, Vera Vigevani Jarach (Argentina), madre di Plaza de Mayo, parlerà al pubblico milanese riunito al Memoriale. Tra gli altri interventi, quelli di Massimo Bray (ministro dei Beni e Attività culturali), Giorgio Del Zanna (Comunità di Sant’Egidio) e Roberto Jarach (Fondazione Memoriale della Shoah). Jovica Jovic, musicista rom, suonerà richiamando la memoria del Porrajmos (lo sterminio dei rom e dei sinti). Al termine sarà possibile visitare i nuovi spazi del Memoriale della Shoah e sostare presso i vecchi vagoni posti sul Binario 21, punto di partenza della deportazione, per ricordare le vittime della Shoah e di tutti i genocidi del XX secolo. 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy