60 ANNI RAI: AIART. "PORTATI MALE" MA PIÙ "SERVIZIO PUBBLICO"

"Con la tv anche l’Aiart nel 2014 compie 60 anni. La televisione ha contribuito in modo fondamentale alla crescita culturale, sociale e linguistica del Paese. Ma oggi registriamo che la tv italiana dimostra tutti gli anni che ha. Anni portati male". Lo afferma Luca Borgomeo, presidente dell’associazione di telespettatori cattolici Aiart. "Le ombre sono tante: soprattutto aver smarrito quasi del tutto la funzione di servizio pubblico ed essersi ‘confusa’ con la tv commerciale, con Mediaset, realizzando da oltre 20 anni un vero monopolio del sistema televisivo italiano, per iniziativa di alcuni partiti politici, per la disattenzione di altri, e per la ‘copertura’ delle istituzioni – continua Borgomeo -. Ne è andata di mezzo la libertà d’informazione, il pluralismo, la qualità di programmi, ne sono andati di mezzo i telespettatori, sempre meno tutelati nel loro diritto di essere informati correttamente e intrattenuti nel rispetto della loro dignità e identità culturale".” “” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy