UE-ITALIA: BARROSO, "NECESSARI RIDUZIONE DEBITO E STABILITÀ POLITICA"” ” ” “

(Sir Europa – Bruxelles) – Ridurre il debito e liberare il "potenziale di crescita" dando seguito alle riforme avviate. José Manuel Barroso, presidente della Commissione Ue, indica questi due compiti prioritari all’Italia per "proseguire il cammino europeo", avviato dal governo Letta. In un incontro tra Esecutivo Ue e Governo italiano, svoltosi a Bruxelles, si è insistito sulla necessaria "stabilità sistemica" per condurre le riforme, sostenere la crescita economica e creare occupazione. Tanto che il presidente Barroso si è sbilanciato nell’augurarsi una solida maggioranza politica alle spalle del governo Letta. "La direzione imboccata è quella giusta", ha specificato Barroso, che ha poi ricordato i 30 miliardi in fondi strutturali e investimenti che giungeranno all’Italia (al netto dei versamenti di Roma nella casse di Bruxelles) dal bilancio Ue per rilanciare l’economia. Durante l’incontro Commissione-governo si è parlato anche di migrazioni, di esteri (Ucraina) e del semestre di presidenza italiana dell’Ue, fissato per la seconda metà del 2014. Letta era giunto nella capitale belga per presentare in sede europea Expo 2015, con un evento presso la sede dell’Europarlamento. A questo proposito Barroso ha affermato che con l’esposizione "gli occhi del mondo si concentreranno sull’Italia e sull’Europa". Un’occasione importante per la quale "l’Italia avrà il pieno appoggio della Commissione". 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy