RIFUGIATI: P.LA MANNA (C.ASTALLI), "REINTEGRARE RISORSE IRPEF PER ASSISTENZA"

"Anche quest’anno nessuno dei progetti presentati per l’assistenza ai rifugiati è stato finanziato". E’ la denuncia di padre Giovanni La Manna, presidente del Centro Astalli, riferendosi alle risorse del fondo otto per mille Irpef a diretta gestione statale. "Ammontavano originariamente a quasi 170 milioni di euro – spiega -, ma sono state pressoché azzerate, per effetto di interventi legislativi che sono serviti essenzialmente a coprire provvedimenti di natura finanziaria promossi dal Governo: dal pagamento dei debiti della pubblica amministrazione alle imprese, al decreto sull’ecobonus, al ‘decreto del fare’". Padre La Manna chiede di reintegrare le risorse, "in base a quanto espressamente previsto dal nuovo Regolamento entrato in vigore dal 1 gennaio 2014 che disciplina l’utilizzazione delle risorse otto per mille Irpef". Molti enti di tutela, tra cui il Centro Astalli, hanno inviato una lettera al Ministro dell’Economia e delle Finanze e ai Presidenti della Commissione Bilancio di Camera e Senato, in cui si chiede espressamente il reintegro delle risorse sottratte. "In un momento in cui lo Stato italiano e il sistema d’asilo nel suo complesso hanno dovuto fronteggiare gravissime situazioni di emergenza legate al fenomeno migratorio – conclude – , chiediamo con forza che sia data effettiva applicazione alla legge in materia e soprattutto alle scelte espresse dai contribuenti".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy