DIOCESI: PRATO, "PREMIO SANTO STEFANO" E ONORIFICENZA DEL CAPO DELLO STATO

Aziende che vincono il premio annuale, ma non solo. Il riconoscimento della città di Prato per l’anno 2014 alle realtà che si sono distinte per impegno in campo economico, in modo etico e nel rispetto delle regole, quest’anno andrà anche al "Premio Santo Stefano". L’iniziativa viene dal capoluogo toscano, alle porte di Firenze, dove varie realtà fra cui la diocesi hanno dato vita al "Premio Santo Stefano". Grazie all’interessamento del prefetto Maria Laura Simonetti, il Capo dello Stato Giorgio Napolitano ha voluto dare all’iniziativa la medaglia di rappresentanza della presidenza della Repubblica. La speciale onorificenza sarà consegnata sabato prossimo, primo febbraio, all’interno della cerimonia di premiazione, dal prefetto al vescovo Franco Agostinelli, in rappresentanza del comitato promotore, e a Giovanni Masi, ispiratore del premio. "Il presidente Napolitano ha riconosciuto subito la particolarità di un Premio che valorizza i principi di eticità e solidarietà in un distretto importante come quello pratese", ha spiegato il Prefetto Simonetti. I promotori del Premio sono diocesi, comune, provincia, camera di commercio e fondazione Cassa di Risparmio di Prato. Le tre aziende vincitrici sono Apollo spa, Campaioli srl e TT Tecnosistemi. 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy