PROLUSIONE CARD. BAGNASCO: MANNA (CENSIS), SERVE "ROBUSTA INIEZIONE DI ONESTÀ" (2)” “

D’altro canto, come sottolinea il presidente della Cei, "la povertà è assolutamente reale": "Il disagio delle famiglie è in crescita – conferma Manna -, in tante vivono con risorse ridottissime: 500-600 euro al mese, ed anche meno". Di qui l’impegno della Chiesa "a dare voce a chi non ne ha": "Le logiche politiche ed economiche – osserva la responsabile del Censis – sono autoreferenziali, mentre la Chiesa italiana sta richiamando l’attenzione sui grandi temi che dovrebbero rappresentare la priorità, per chi ha responsabilità pubbliche". "Non si può più stare alla finestra: c’è la voglia e il bisogno di un nuovo protagonismo sociale della Chiesa cattolica", afferma Manna: "Se la bolla finanziaria ha travolto tutto, è perché ci sono forti scorrettezze in un certo sistema di valori, che oggi non regge più. C’è bisogno di uno sviluppo inclusivo". Oggi si discute molto di riforma dello Stato, rischiando però di non aver presente ciò che "la gente sempre più bruciante sulla propria pelle", il monito del card. Bagnasco. "Lo Stato – commenta Manna – va certamente riformato, ma ciò di cui la gente avverte il bisogno è soprattutto una robusta iniezione di onestà: al di là delle varie forme, la corruzione si è infiltrata dappertutto, anche in chi dovrebbe tutelare l’onesta e la lealtà dei cittadini. È da questa priorità che si dovrebbe ripartire".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy