CARDINALE BAGNASCO: "L’ITALIA NON È UNA PALUDE FANGOSA". IL "DRAMMA DEL LAVORO"” “

"L’Italia non è una palude fangosa dove tutto è insidia, sospetto, raggiro e corruzione". Il cardinale Bagnasco ha esortato "tutti" a "reagire ad una visione esasperata e interessata che vorrebbe accrescere lo smarrimento generale e spingerci a non fidarci più di nessuno". "A questo disegno, che lacera, scoraggia e divide, e quindi è demoniaco – ha aggiunto – non dobbiamo cedere nonostante esempi e condotte disoneste, che approfittano del denaro, del potere, della fiducia della gente, perfino della debolezza e delle paure". Il presidente della Cei ha lanciato un forte appello "affinché la voce dei senza lavoro, che sale da ogni parte del Paese, trovi risposte più efficaci in ogni ambito di responsabilità": "Non è ammissibile che i giovani, che sono il domani della nazione, trovino la vita sbarrata perché non trovano occupazione", ha ammonito. Il Progetto Policoro, il "Prestito della speranza", le "varie forme di microcredito": sono questi i "segni" di vicinanza ai giovani da parte dei vescovi, mentre "a livello pubblico si vedono impegno e tentativi, segnali promettenti, ma i mesi e gli anni non aspettano nessuno". "Il dibattito sulla riforma dello Stato è certamente necessario", ma non deve andare "a scapito di ciò che la gente sente più bruciante sulla propria pelle, e cioè il dramma del lavoro".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy