PAPA FRANCESCO: TRIBUNALE ROTA ROMANA, "NON DIMENTICATE CHE SIETE PASTORI"

"La dimensione giuridica e la dimensione pastorale del ministero ecclesiale non sono in contrapposizione, perché entrambe concorrono alla realizzazione delle finalità e dell’unità di azione proprie della Chiesa". Lo ha detto oggi Papa Francesco, in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario del Tribunale della Rota Romana. "L’attività giudiziaria ecclesiale, che si configura come servizio alla verità nella giustizia, ha infatti una connotazione profondamente pastorale – ha chiarito il Pontefice -, perché finalizzata al perseguimento del bene dei fedeli e all’edificazione della comunità cristiana". Tale attività costituisce "un peculiare sviluppo della potestà di governo, volta alla cura spirituale del Popolo di Dio, ed è pertanto pienamente inserita nel cammino e nella missione della Chiesa". Ne consegue che "l’ufficio giudiziario è una vera diaconia, cioè un servizio al Popolo di Dio in vista del consolidamento della piena comunione tra i singoli fedeli, e fra di essi e la compagine ecclesiale". Inoltre, ha osservato il Santo Padre rivolgendosi ai presenti, "mediante il vostro specifico ministero, voi offrite un competente contributo per affrontare le tematiche pastorali emergenti". (segue)” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy