MUSEI VATICANI: ACCORDO DI COLLABORAZIONE CON ENEA PER TUTELA BENI CULTURALI

Un Accordo di collaborazione tecnico-scientifica per la tutela dei beni culturali. Lo hanno stabilito i Musei Vaticani e l’Enea "per sviluppare congiuntamente tecnologie più avanzate per la tutela dei beni culturali, con specifica cura riguardo il patrimonio storico, artistico, architettonico e ambientale". "Le attivitaÌ di ricerca dei Musei Vaticani e dell’Enea – spiega una nota congiunta – si basano su una consolidata esperienza multidisciplinare, che integra con un approccio sistemico le competenze derivanti da diversi ambiti d’indagine, con particolare attenzione per il settore della diagnostica per immagini, il biorestauro e le metodologie d’intervento compatibili con l’ambiente, compreso il settore energetico-ambientale". I Musei vaticani collaboreranno con l’Enea "per lo sviluppo ed applicazione di nuove tecnologie per lo studio dello stato tensionale delle opere, indagini non distruttive che microinvasive, noncheì per lo sviluppo di nuove metodologie per il restauro e la ricerca di nuovi sistemi di trasporto". Dalla collaborazione, che coinvolgeraÌ soprattutto il Laboratorio di diagnostica per la conservazione e il restauro dei Musei Vaticani e le diverse strutture tecnologiche dell’Enea, le due strutture prevedono pure la possibilità di "brevetti congiunti".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy