PAPA FRANCESCO: "LA COMUNICAZIONE È UNA CONQUISTA PIÙ UMANA CHE TECNOLOGICA"

"La comunicazione è una conquista più umana che tecnologica". È quanto ricorda Papa Francesco nel messaggio per la 48ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali (1° giugno 2014), dedicato al tema "Comunicazione al servizio di un’autentica cultura dell’incontro" (clicca qui). Nel mondo attuale, scrive il Papa nel testo, diffuso oggi in sala stampa vaticana, "i media possono aiutare a farci sentire più prossimi gli uni agli altri. Comunicare bene ci aiuta ad essere più vicini e a conoscerci meglio tra di noi, ad essere più uniti". E ciò, "particolarmente oggi, quando le reti della comunicazione umana hanno raggiunto sviluppi inauditi. In particolare internet può offrire maggiori possibilità di incontro e di solidarietà tra tutti, e questa è una cosa buona, è un dono di Dio". Il Pontefice non tralascia gli "aspetti problematici", come ad esempio l’isolamento "dal prossimo" causato dal "desiderio di connessione digitale" o l’esclusione di chi "non ha accesso" ai media. "Questi limiti – spiega – sono reali, tuttavia non giustificano un rifiuto dei media sociali". Dunque, "che cosa ci aiuta nell’ambiente digitale a crescere in umanità e nella comprensione reciproca?". Ad esempio, risponde Francesco, "dobbiamo recuperare un certo senso di lentezza e di calma", di "capacità di fare silenzio per ascoltare", di pazienza per "capire chi è diverso da noi". (segue) 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy