UCRAINA: SMS AI MANIFESTANTI, "TU SEI REGISTRATO". QUATTRO I MORTI ACCERTATI (3)

Le violenze sono degenerate proprio nel giorno dell’Unità nazionale che si celebra il 22 gennaio in ricordo del 1991 quando il Paese è diventato indipendente. "Oggi è un giorno simbolico – racconta il testimone -. È il giorno dell’unità nazionale. Simbolo di pace e di resurrezione. Questo giorno è stato macchiato oggi con il sangue dei giovani. Avevano tutti dai 20 ai 30 anni". Il testimone del Sir ricorda le parole di Giovanni Paolo II pronunciate in Ucraina nel saluto di congedo all’aeroporto. "Ha augurato al nostro popolo che i valori del Vangelo che fanno parte della nostra unità nazionale aiutino a costruire una società tollerante, rispettosa e solidale. Ed ha augurato già nel 2001 che l’Ucraina entrasse nell’Unione europea pronunciando parole profetiche. Sono sicuro che questi valori del Vangelo, anche oggi sappiano emergere in questa situazione per costruire una nuova società". ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy