UE-SERBIA: APERTI NEGOZIATI DI ADESIONE. BELGRADO PUNTA AL 2020″ “

(Sir Europa – Bruxelles) – "Una giornata storica per la Serbia e il popolo serbo ma anche per tutta l’area balcanica": così il ministro degli esteri greco Evangelos Venizelos ha definito l’apertura dei negoziati con Belgrado avvenuta oggi a Bruxelles in seguito alla prima conferenza intergovernativa per l’adesione del Paese balcanico. Le stesse parole sono state ripetute dal commissario europeo per l’allargamento, Stefan Fule, che ha parlato di "un riconoscimento meritato dopo il progresso compiuto negli ultimi anni" dalla Serbia, ribadendo che il Paese balcanico "diventerà un esempio di ispirazione per i Balcani occidentali". Da parte sua, il primo ministro serbo Ivica Dacic ha detto che "quanto avvenuto oggi rappresenta l’evento più importante per Belgrado dopo la seconda guerra mondiale". "Vi abbiamo sorpresi – ha detto Dacic ai rappresentanti europei – perché non vi aspettavate molto da noi ma abbiamo lavorato duro". Secondo il primo ministro serbo "l’inizio delle negoziazioni contribuirà alla stabilità nella regione e aiuterà lo scioglimento di altri problemi". "Speriamo – ha aggiunto il premier Dacic – di percorrere il cammino europeo velocemente dimostrando risultati di qualità perché abbiamo perso molto tempo". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy