LEGGE STABILITÀ: FISH, "A PAGARE LE SPESE ANCORA FAMIGLIE CON PERSONE DISABILI"” ” ” “

"La legge di stabilità per il 2014 può generare nel giro di poche settimane esiti pesanti per milioni di persone con disabilità e non autosufficienti e le loro famiglie". A denunciarlo è la Fish (Federazione italiana per il superamento dell’handicap). La legge di stabilità, infatti, prevede una riduzione delle detrazioni previste dall’articolo 15 del Testo unico delle imposte sui redditi (Dpr 917/1986), ma indica espressamente che questo intervento di razionalizzazione deve essere effettuato "tenendo conto dell’esigenza di tutelare i soggetti invalidi, disabili o non autosufficienti". Il problema è che "questo intervento normativo deve essere definito entro il 31 gennaio 2014". "Il 31 gennaio è alle porte e il taglio lineare delle detrazioni appare ormai imminente – commenta Pietro Barbieri, presidente della Fish –. L’intervento di tutela e di equità nei confronti della persone con disabilità e non autosufficienti, approvato dal Parlamento, ci sembra ogni giorno più improbabile ed aleatorio. A pagare saranno ancora una volta i nuclei familiari più esposti e impoveriti dalle spese sanitarie e di assistenza sostenute in proprio per fronteggiare le esigenze vitali derivanti dalla disabilità". Perciò, la Fish chiede "il rispetto di quanto già stabilito dal Parlamento ed un impegno politico immediato per scongiurare questo rischio ormai molto concreto". 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy