COREA DEL NORD: IL REGIME FEROCE CON I CRISTIANI

Mentre il regime nordcoreano torna a parlare di guerra nucleare, i sudditi cristiani di questa spietata dittatura, come ha riferito Asia News con la testimonianza di un esule fuggito dal regime nordcoreano, rischiano ogni giorno la loro vita (clicca qui). Si stima che nell’insieme dei campi di concentramento sparsi in tutto il Paese, siano rinchiuse almeno 200mila persone. Le persecuzioni alle quali sono sottoposti i cristiani, sono state recentemente confermate da una fonte di "Daily Nk", organo di informazione composto da dissidenti del Nord. "Le autorità nordcoreane – si legge – dividono i dissidenti in diverse categorie a seconda della ragione per cui cercano di scappare. Quelli che portano con sé una Bibbia o hanno stretto contatti con cristiani cinesi vengono di solito giustiziati". Si ritiene che, nonostante la repressione, stia crescendo nel Paese il numero delle Chiese sotterranee, che riunirebbero circa 400mila cristiani.     

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy