TAIZÈ: FRÈRE ALOIS, "RICONCILIAZIONE TRA I CRISTIANI, SEGNO DI VANGELO"

(Sir Europa – Strasburgo) – "Se cerchiamo una riconciliazione tra i cristiani, non è per essere più forti. Non è nemmeno per ripiegarci su noi stessi. Noi cerchiamo la riconciliazione dei cristiani perché essa sia un segno di Vangelo, e possa diventare un fermento di avvicinamento tra gli umani e tra popoli". Frère Alois, priore della comunità di Taizè, ha rivolto queste parole ai 30mila giovani presenti a Strasburgo dal 28 dicembre al 1° gennaio per l’annuale incontro ecumenico di preghiera. "Una comunione visibile tra tutti coloro che amano Cristo, tra tutti quelli che pongono la fiducia in Cristo, si può realizzare – ha tra l’altro affermato Alois – solo se mettiamo al centro della nostra vita il perdono e la riconciliazione. Ciò vale anche per creare la pace nella famiglia umana". L’incontro si è concluso con l’indicazione della sede del prossimo appuntamento, che si terrà a Praga dal 29 dicembre 2014 al 2 gennaio 2015. All’annuncio ha fatto riscontro un messaggio di invito del card. Dominik Duka, arcivescovo della capitale ceca. Il presidente del Consiglio ecumenico delle Chiese ceche, pastore Daniel Fajfr, aggiunge: "Cari giovani amici, mi unisco al cardinale Duka e, a nome delle Chiese unite nel Consiglio ecumenico delle Chiese della Repubblica Ceca, vi invito di cuore all’incontro a Praga". Duka afferma ancora: "Siamo lieti di darvi il benvenuto. Portate i vostri amici con voi e, se Dio vorrà, arrivederci al prossimo anno".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy