LETTONIA NELL’EURO: BARROSO (UE), "RISULTATO DI SFORZI IMPRESSIONANTI"

(Sir Europa – Bruxelles) – L’ingresso della Lettonia conferma che la zona euro è "stabile, attraente e aperta a nuovi aderenti". Per il Paese baltico, che ha adottato la moneta unica dal 1° gennaio – oggi comincia la sua reale circolazione con la riapertura, dopo il giorno festivo, di banche e attività commerciali -, l’euro "è il frutto di sforzi impressionanti e della determinazione delle autorità e del popolo lettone". È José Manuel Barroso, presidente della Commissione europea, a dare il benvenuto al 18° Stato che entra in Eurolandia. Barroso aggiunge: "Grazie a tali impegni, intrapresi all’indomani di una grave crisi economica", la Lettonia entra nella zona euro "più forte che mai, inviando così un messaggio di incoraggiamento ad altri Paesi impegnati in un processo di aggiustamento economico difficile". Il graduale passaggio dal lat all’euro, che dovrebbe completarsi in sei mesi, ha visto protagonista la Banca centrale lettone (con il sostegno della Bce di Francoforte) che ha rifornito gli istituti bancari del Paese con le nuove banconote e monete; le banche hanno a loro volta messo a disposizione la nuova valuta per imprese, negozi, grandi magazzini, servizi pubblici, pubbliche amministrazioni, sportelli automatici di prelevamento. (segue)” “” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy