CULTURA: PANI (LA CIVILTÀ CATTOLICA), "CARLO MAGNO, UN PADRE DELL’EUROPA" (2)

"L’Impero di Carlo, a differenza dell’Impero romano, è una realtà continentale che ha per centro la valle del Reno e assume gli orizzonti nazionali che formeranno l’Europa", osserva ancora l’editoriale del "La civiltà cattolica". "Se si guarda la carta geografica dell’Impero carolingio e l’Europa del Trattato di Roma del 1957, si rimane meravigliati nel constatarne i confini quasi identici". Allora come oggi "emergono la Germania e la Francia, mentre la Gran Bretagna ne rimane ai margini e in qualche modo estranea; l’Italia risulta essere più radicata nel Sud; la Catalogna è più integrata del resto della Spagna". Pani conclude: "L’Europa attuale affonda le sue radici anche in quell’humus politico e culturale. Il suo centro non è Roma, ma Bruxelles, non lontano dall’antica Aquisgrana; e poi comprende Maastricht, Strasburgo, proprio il cuore dell’Impero carolingio".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy