PARLAMENTO UE: DIBATTITO SU SALUTE SESSUALE E LEGGE SU ABORTO IN SPAGNA” ” ” “

(Sir Europa – Strasburgo) – Come si poteva prevedere, la dichiarazione della Commissione Ue sulla "salute sessuale e riproduttiva", resa in mattinata nell’emiciclo dell’Europarlamento, ha avviato un’ampia requisitoria contro la revisione della legge sull’interruzione di gravidanza avviata dal governo Rajoy in Spagna. Per l’Esecutivo Ue è intervenuto il commissario estone Siim Kallas, che ha sottolineato, in modo generico, il tema in oggetto, facendo riferimento al "diritto di tutti i cittadini di disporre di una assistenza sanitaria di qualità in ogni Paese, evitando ogni forma di disuguaglianza e di discriminazione, anche quelle legate al genere". Ha dichiarato "inaccettabile" l’elevata mortalità materna" che si registra in alcuni Stati membri e le mutilazione genitali femminili "giustificate in alcuni strati sociali da motivazioni culturali o di tradizione". Kallas ha anche ribadito il rispetto delle competenze nazionali in materia in nome del principio di sussidiarietà. È dunque seguito un dibattito in cui la prima intervenuta, Edit Bauer, eurodeputata Ppe, ha richiamato proprio il principio di sussidiarietà, il "rispetto delle diverse sensibilità nazionali in questo campo" e si è detta soddisfatta della bocciatura, avvenuta a fine 2013, della relazione Estrela che faceva riferimento al "diritto all’aborto" (segue) 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy