CANNABIS "LIBERA": OLIVERO (SERMIG TORINO), "NON ESISTONO DROGHE INNOCUE"

"Droga? No grazie. Legale o illegale. Non esistono droghe innocue". Lo afferma oggi Ernesto Olivero, fondatore del Sermig di Torino, che critica la presa di posizione del consiglio comunale di Torino a favore della legalizzazione della cannabis. "Siamo in tanti a dire no alla droga, ma il ragionamento varrebbe anche se fossimo una piccola minoranza. La politica dovrebbe avere altre priorità, altri interessi, un’altra visione", afferma Olivero. "Ogni dipendenza – fumo, alcool, gioco – impoverisce sempre la persona e arricchisce sempre un sistema – sottolinea Olivero -. Da più parti viene detto che con la droga in fondo si può convivere. Si parla di riduzione del danno. Quindi si riconosce che il danno c’è. Io preferisco un’altra strada, perché chi ha a cuor e i giovani li eleva. Non li abbassa. Fa di tutto per sensibilizzarli di fronte ai rischi di entrare, anche solo per gioco imitativo, in una spirale psicologica che spesso non conosce ritorno. Fa di tutto per tirarli fuori anche dalle situazioni più disperate. Non mi piace limitarmi al minor danno. Voglio il maggior guadagno. Anzi, vado oltre: voglio un mondo dove nessuno compra la droga, anche se libera o legale. Perché sa senza equivoci che drogarsi è sbagliato".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy