TERRA SANTA: BABOUN (SINDACO BETLEMME), "IL PAPA NON CI LASCIA SOLI"

(dall’inviato Sir a Betlemme) – "Vogliamo la pace. Abbiamo bisogno di pace. Ecco cosa dirò al Pontefice quando lo vedrò": così Vera Baboun, sindaco di Betlemme, spiega al Sir l’attesa della sua città per la visita di Papa Francesco in Terra Santa (24-26 maggio). Momento clou della tappa a Betlemme sarà una Messa celebrata in piazza della Mangiatoia, davanti la basilica della Natività. "Una visita importante – ribadisce il sindaco di fede cristiana, come tradizione vuole nella città natale di Gesù -. Il messaggio che ci arriva è che non siamo soli. Il Papa ha il suo modo di agire, di comportarsi come vediamo nelle sue udienze, non so cosa farà qui tra i betlemiti. Sono certa che questa visita segnerà un nuovo inizio per questa terra. Il Papa, infatti, verrà dopo la ripresa dei negoziati prevista in aprile. Il Papa abbraccerà tutti". Betlemme si sta già preparando all’evento che riverserà migliaia di pellegrini in città. "Li faremo sentire a casa loro, turisti o pellegrini che siano. Betlemme è la casa di tutti", ricorda il sindaco, che esorta i pellegrini "a restare a Betlemme per qualche giorno e non solo per poche ore. Fermatevi da noi – è l’invito – conoscete la nostra gente, camminate nella nostra città. Non chiedo di entrare nei negozi di souvenir, quanto piuttosto nelle nostre case. Conoscete le pietre viventi di questa terra martoriata. Non lasciateci soli".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy