MINORI: SERPELLONI (DPA), EDUCARLI E RESPONSABILIZZARLI SU RISCHI DROGHE E ALCOL (2)

Grazie alla collaborazione tra il Sistema nazionale di allerta precoce del Dpa, ha proseguito Serpelloni, e i carabinieri Nas, è stato possibile individuare circa 500 pagine web con annunci e offerte di vari tipi di droghe. Il 64% di questi siti è stato definitivamente chiuso o bloccato. Le principali sostanze vendute online sono state cannabinoidi sintetici, catinoni sintetici, ecstasy, ketamina, ma anche droghe "tradizionali" come cannabis, eroina e cocaina. L’Italia, ha aggiunto Serpelloni, "si è nel frattempo dotata di uno specifico piano di azione sulle nuove sostanze psicoattive (primi in Europa) presentato alla fine di settembre dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin" cui sono seguiti corsi di formazione specialistici per operatori sanitari dei pronti soccorsi e dei laboratori delle Forze dell’ordine realizzati dal Dpa in tutta Italia, in collaborazione con oltre i 150 centri collaborativi del Sistema di allerta. Il Dpa ha inoltre predisposto uno specifico software "che sarà messo gratuitamente a disposizione dei genitori – ha concluso l’esperto – per essere applicato a computer, smart phone e tablet e impedire così l’accesso ai siti che vendono sostanze stupefacenti da parte dei figli minorenni". 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy