ECONOMIA: BARNIER E TAJANI (UE), DA IMPRESE SOCIALI 10% DEL PIL EUROPEO

(Sir Europa – Strasburgo) – "Oggi la nostra grande battaglia è per la crescita e l’occupazione. Sono convinto che non possano esistere risultati economici durevoli senza coesione sociale. L’economia sociale è un elemento fondamentale del nuovo modello di crescita, più inclusivo ed ecologico, che stiamo creando". Michel Barnier, commissario per il mercato interno e i servizi, interviene a proposito della conferenza europea che si terrà a Strasburgo il 16 e 17 gennaio sul tema dell’economia sociale. "Le imprese sociali, per loro stessa vocazione, seguono con attenzione gli sviluppi nel loro settore e sono in sintonia con le realtà sociali o ambientali. Sono innovative dinamiche e creano occupazione", specifica Barnier. "Dobbiamo fare tutto quanto è in nostro potere per creare un ecosistema che incoraggi ulteriormente il loro sviluppo. Questo è l’obiettivo della conferenza di Strasburgo". Secondo alcuni dati raccolti dall’Esecutivo Ue, l’economia sociale "costituisce un importante pilastro dell’economia europea, pari a circa il 10% del Pil". Si calcola che oltre 11 milioni di lavoratori, ossia il 4,5% della popolazione attiva dell’Ue, lavorino nell’economia sociale, che riguarda un’impresa su 4 in Europa (una su tre in Francia, Finlandia e Belgio). (segue) 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy