VESCOVI ABRUZZO-MOLISE: "SOGGETTI ATTUATORI" IN RICOSTRUZIONE CHIESE

"In Conferenza episcopale abbiamo ritenuto giusto che le diocesi fossero riconosciute come soggetti attuatori". Aggiunge queste parole monsignor Tommaso Valentinetti, arcivescovo di Pescara-Penne e presidente della Conferenza episcopale abruzzese – molisana, al comunicato di monsignor Giuseppe Petrocchi, arcivescovo di L’Aquila che proprio ieri aveva specificato la posizione della Chiesa aquilana e abruzzese in merito alla lettera inviata da Massimo Cialente al presidente Napolitano, in cui s’insinuava il dubbio che venissero stornati, per costruire chiese, fondi destinati ai terremotati. "Ci è sembrato necessario – puntualizza il presidente Ceam – far sentire la nostra voce, e chiedere di poter avere il ruolo che ci spetta nella ricostruzione degli immobili ecclesiastici. Del resto, in situazioni analoghe, ovvero nella ricostruzione delle zone terremotate di Umbria e Marche e, più recentemente, dell’Emilia-Romagna, le diocesi sono state riconosciute come soggetti attuatori, così come è già accaduto per gli enti religiosi dello stesso territorio aquilano e non solo". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy