POVERTÀ: BANCO FARMACEUTICO, NEL 2013 COINVOLTE 24 AZIENDE E 3366 FARMACIE ” ” ” “

L’incremento dei medicinali donati dal Banco farmaceutico tra il 2007 e il 2013, fa notare il Rapporto presentato questa mattina a Roma, è dovuto sia alla crescita delle donazioni durante la Giornata di raccolta del farmaco (+23%) sia al boom (+1345%) delle donazioni aziendali. Tuttavia, l’aumento della povertà ha allargato la forbice tra bisogno e capacità di risposta. "Se nel 2007 la Grf riusciva a coprire quasi il 55% delle richieste, nel 2013 tale copertura è scesa al 43,2%". Nel 2013, 24 aziende hanno effettuato 274 donazioni per oltre 812mila confezioni. Per il Banco, "si tratta di una propensione al dono crescente nel tempo, che potrebbe essere incentivata rimuovendo taluni vincoli normativi e burocratici che ancora rendono complesso il sistema delle donazioni". Nel 2013 hanno aderito alla Giornata nazionale di raccolta 3.366 farmacie, in tutte le regioni a eccezione del Molise. Al Nord tasso di adesione del 28%, rispetto ad una media nazionale di 18,7%. Complessivamente nelle farmacie sono state raccolte oltre 350mila confezioni – donate quindi da cittadini privati – di cui quasi una su tre acquistata in Lombardia. Oltre 12mila i volontari coinvolti nella Giornata di raccolta. Le donazioni sono destinate a 1.506 organizzazioni caritative, diffuse soprattutto in Lombardia (22%), Emilia – Romagna (12,5%), Piemonte (11,4%) e Veneto (8,8%). (segue) 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy