PAPA FRANCESCO: A CORPO DIPLOMATICO, AUMENTANO "FAMIGLIE DIVISE". URGONO "POLITICHE"

"La fraternità si comincia ad imparare solitamente in seno alla famiglia", che "per vocazione, dovrebbe contagiare il mondo con il suo amore" e "contribuire a far maturare quello spirito di servizio e di condivisione che edifica la pace". A ricordarlo è stato il Papa, che nel tradizionale incontro con il Corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede, per gli auguri del nuovo Anno, ha esordito citando il suo Messaggio per la Giornata mondiale della Pace e ha citato il presepe, "dove vediamo la Santa Famiglia non sola e isolata dal mondo, ma attorniata dai pastori e dai magi, cioè una comunità aperta, nella quale c’è spazio per tutti, poveri e ricchi, vicini e lontani". "Il lessico familiare è un lessico di pace", ha detto Papa Francesco sulla scorta del suo predecessore, Benedetto XVI: "Purtroppo- ha però aggiunto – spesso ciò non accade, perché aumenta il numero delle famiglie divise e lacerate, non solo per la fragile coscienza del senso di appartenenza che contraddistingue il mondo attuale, ma anche per le condizioni difficili in cui molte di esse sono costrette a vivere, fino al punto di mancare degli stessi mezzi di sussistenza". Di qui la necessità di "politiche appropriate che sostengano, favoriscano e consolidino la famiglia".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy