LITUANIA: MOSTRA IN ONORE ARCIVESCOVO TAMKEVIČIUS, PREMIO PER LA LIBERTÀ” “” “

La Lituania vive oggi il momento culminante della Giornata di commemorazione dei difensori della libertà, per ricordare il 13 gennaio 1991: le truppe sovietiche uccisero 13 persone a Vilnius nel tentativo di domare la rivolta che portò all’indipendenza delle repubbliche baltiche. "Rendere omaggio ai morti per l’indipendenza lituana e celebrare i difensori della libertà significa impegnarci nel nostro lavoro quotidiano per rafforzare lo Stato", ha detto il primo ministro Butkevičius deponendo ieri una corona di fiori. Stamane è stata inaugurata una mostra "La verità rende liberi" nel palazzo del Seimas (parlamento), dedicata all’arcivescovo di Kaunas Sigitas Tamkevičius insignito del premio della libertà 2013. "Oggi sembriamo liberi. In realtà siamo liberi solo dall’occupazione straniera del Paese, ma questa non è la vera libertà. Per essere completamente liberi abbiamo bisogno della libertà interiore", dichiara l’arcivescovo. La mostra racconta la vita dell’attuale arcivescovo di Kaunas che dal 1983 al 1988 fu imprigionato in Siberia con l’accusa di propaganda anti-sovietica, essendo l’editore della "Cronaca della Chiesa cattolica in Lituania", periodico che dal 1972 egli redigeva e spediva clandestinamente in occidente per far conoscere le discriminazione e persecuzione vissute dai cattolici in Lituania.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy