DIOCESI: MESSINA, L’IMPEGNO DELLA CHIESA PER L’ACCOGLIENZA DEI PROFUGHI (2)

La Chiesa di Messina, "seguendo le direttive e sotto la responsabilità del Vescovo, si sta attivando, sempre attraverso l’ufficio Caritas, per procedere all’adeguamento di una struttura che avrà disponibilità di 60 posti e che potrebbe essere disponibile entro il mese di febbraio; inoltre, sta procedendo alla organizzazione di un centro di accoglienza interamente dedicato ai minori non accompagnati a Villafranca". La nota diocesana tiene a precisare che "nella Chiesa locale (diocesi), ogni sua espressione ha una funzione particolare, specifica e complementare che trova la propria identità nel tutto. Il Vescovo, quale guida e pastore, è principio e fondamento dell’unità della Chiesa. Così è anche della Chiesa di Messina, comunità diocesana. Quando agisce un qualsiasi organismo della Curia (ufficio Economato, Amministrativo, Beni culturali, ufficio per la Catechesi, per la Liturgia, per il servizio dei poveri – Caritas, dei Giovani, della Famiglia…), un istituto religioso, una parrocchia, un’associazione, un movimento, una cooperativa di ispirazione ecclesiale e cattolica, è la Chiesa di Messina che agisce". Dunque "sarebbe errato, foriero di una incomprensione grave, considerare solo una parte come equivalente del tutto".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy