TERRA SANTA: DA DOMANI LA VISITA DI VESCOVI USA, UE, CANADA E SUDAFRICA

"Comprendere la realtà sociale, politica ed ecclesiale della Terra Santa per sostenere con più efficacia la giustizia e la pace e supportare gli sforzi della Chiesa locale": è quanto si propone l’Holy Land Coordination (Hlc), Coordinamento dei vescovi di Nord America, Canada, Sud Africa e Ue per la Terra Santa, che si ritroverà a Gerusalemme da domani (fino al 16 gennaio) per il tradizionale incontro. L’iniziativa, infatti, si svolge dal 1998 ogni anno in gennaio, su mandato della Santa Sede, e con l’organizzazione della Conferenza episcopale d’Inghilterra e Galles. Le giornate saranno scandite da numerosi momenti di preghiera, da incontri con le comunità locali di Gaza, Betlemme e Beit Sahour, con i presuli cattolici di diversi riti, con gli studenti di scuole e università cristiane e con autorità locali. In agenda anche visite nella valle di Cremisan dove il muro israeliano minaccia la sussistenza di oltre 50 famiglie cristiane e a progetti finanziati dalle diverse conferenze episcopali. Di particolare interesse sarà il meeting con l’assemblea degli ordinari cattolici di Terra Santa e con il patriarca latino di Gerusalemme, Fouad Twal, previsto per il 15 gennaio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy