GIORNALI FISC: L’OPINIONE DEL TERRITORIO. GLI EDITORIALI DELLE TESTATE CATTOLICHE

Gli auspici per il nuovo anno, la politica italiana, Papa Francesco, la cronaca, la vita delle diocesi. Sono alcuni degli argomenti di cui parlano gli editoriali dei settimanali diocesani aderenti alla Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici) in uscita in questi giorni. Uno dei temi, come emerge dalla rassegna Sir degli editoriali giunti ad oggi in redazione (clicca qui), è rappresentato dalle prospettive per il nuovo anno e dai bilanci su quello appena passato. "Perché iniziare un editoriale con gli auguri?", si chiede Bonifacio Mariani, direttore del Nuovo Amico del Popolo (Chieti-Vasto). "Perché – chiarisce – i problemi sono tanti, i motivi di preoccupazione veramente schiaccianti. Ma il timore, il cinismo, la rassegnazione, la lamentela, il livore, il qualunquismo, il populismo, non sono atteggiamenti seri, non portano a soluzioni". L’augurio è "caratteristica del coraggio e della laboriosa costruzione del bene, è frutto di uno sguardo sereno e adulto su ogni realtà". "La nostra aspettativa per il nuovo anno è che si vada oltre le promesse e si garantisca a ogni persona un lavoro che possa offrire una esistenza libera e dignitosa", dichiara Pino Malandrino, direttore della Vita Diocesana (Noto). (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy