SIRIA: P. NICOLAS (GESUITI), INTERVENTO MILITARE SAREBBE "ABUSO DI POTERE"” “

Un intervento militare contro la Siria sarebbe un "abuso di potere" e "sicuramente accrescerà le sofferenze di cittadini innocenti che hanno già sofferto oltre ogni misura". A tre giorni dalla Giornata di preghiera e di digiuno per la Siria, il preposito generale dei Gesuiti, padre Adolfo Nicolás, esprime la piena adesione della Compagnia di Gesù all’appello di Papa Francesco e forti critiche all’ipotesi di un attacco militare contro la Siria. "La violenza o le azioni violente, come quella che si sta preparando, sono giustificabili unicamente come estremo tentativo e devono essere usate in modo da colpire solo il colpevole. Nel caso di un Paese ciò è chiaramente impossibile e quindi mi sembra completamente inaccettabile", dichiara il religioso in un’intervista pubblicata oggi in italiano dal Servizio informazione dei gesuiti e in inglese dall’agenzia cattolica Icn. "È molto preoccupante – afferma padre Nicolas – che in nome della giustizia si pianifichi un attacco che aumenterà la sofferenza delle vittime. Non abbiamo paura dell’attacco, ci spaventa la barbarie verso cui siamo condotti", dice padre Nicolás. L’iniziativa del Santo Padre, sottolinea in conclusione il preposito dei Gesuiti, serve a "renderci consapevoli dell’urgenza del momento": essa ci ricorda, come dice Gesù nel Vangelo, che il male può essere esorcizzato se con la preghiera e la penitenza, non con la violenza".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy