FEDE: A MANTOVA IL LIBRO DI GUTIÉRREZ E MÜLLER SU TEOLOGIA DELLA LIBERAZIONE

L’8 settembre padre Gustavo Gutiérrez, il teologo domenicano peruviano "padre" della teologia della liberazione, e mons. Gerhard Ludwig Müller, prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, presenteranno in anteprima al Festivaletteratura di Mantova il loro libro "Dalla parte dei poveri. Teologia della liberazione, teologia della Chiesa" (Emi-Edizioni Messaggero Padova), nella basilica Palatina di Santa Barbara. Nell’anno che ha visto eletto il primo Papa sudamericano, che vuole "una Chiesa povera e per i poveri", "esce il libro che sancisce la fine della distanza tra la teologia della liberazione, il movimento teologico nato in America latina per pensare la fede cattolica in un contesto di povertà, e il Vaticano, spesso critico verso questo tipo di riflessione", si legge nella presentazione. Mons. Müller, che qualifica come suo "amico" padre Gutiérrez, sottolinea in più punti la sua stima per la teologia della liberazione. Parla di "novità teoretica" della stessa, capace di unire amore di Dio e amore per il prossimo. Il prefetto dell’ex Sant’Uffizio conclude con un’affermazione encomiastica del pensiero teologico nato nel continente di papa Francesco: "Solo per mezzo della teologia della liberazione la teologia cattolica ha potuto emanciparsi dal dilemma dualistico di aldiquà e aldilà, di felicità terrena e salvezza ultraterrena". Modera l’incontro il teologo padre Ugo Sartorio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy