UE: O’REILLY (MEDIATORE), "DAR VOCE A DIRITTI E INTERESSI DEI CITTADINI"

(Sir Europa – Strasburgo) – "L’Europa sta affrontando non solo una crisi economica ma anche una crisi di legittimità politica. Pessimismo e divisioni aumentano in tutta Europa, la fiducia dei cittadini nelle istituzioni europee è in declino e molti considerano che la loro voce non conta. Ciò rende il 2014 un anno cruciale per l’Europa e il futuro dell’Ue". Emily O’Reilly, irlandese, si è dimessa oggi da difensore civico del suo Paese per assumere, da domani, la carica di Mediatore europeo (Ombudsman). "Mediatrice europea", sottolinea O’Reilly, che prenderà il posto del collega greco Nikiforos Diamandouros, dimessosi dopo dieci anni di servizio nella sede di Strasburgo. O’Reilly aggiunge che intende "dare voce alle preoccupazioni dei cittadini e contribuire a ridurre la distanza tra di loro e le istituzioni dell’Unione". Vent’anni dopo che il Trattato di Maastricht ha istituito l’ufficio del Mediatore europeo "è arrivato il momento di ripensare al focus della sua attività". Tutti i cittadini e residenti dell’Ue "devono poter trarre beneficio da un’amministrazione efficiente, orientata a rispondere ai loro bisogni. Mi baserò sui solidi risultati ottenuti dal mio predecessore nel rendere l’amministrazione Ue più trasparente ed efficiente. È inoltre mia intenzione cooperare con l’Europarlamento" in nome "dei diritti e degli interessi dei cittadini".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy