RONCALLI E WOJTYLA: LA GIOIA DELLA CHIESA POLACCA. "PONTEFICI DELLA PACE"

"Sarà la canonizzazione di due grandi pontefici del XX secolo": mons. Tadeusz Pieronek di Cracovia, uno dei collaboratori più stretti di Karol Wojtyla, reagisce all’annuncio della data della canonizzazione di Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII. Il primate di Polonia, mons. Jozef Kowalczyk, ricorda invece i loro sforzi a favore della pace nel mondo. "Entrambi fautori della pace, hanno contribuito in modo significativo a plasmare la consapevolezza che la via per risolvere problemi e opposizioni, sia a livello individuale che tra vari Paesi, è quella del dialogo", dice il presule. E aggiunge: "Considerando ciò che avviene in Siria, è il momento che dovrebbe risvegliare le coscienze e ricordare che non con la violenza bensì attraverso la via del dialogo si devono risolvere i conflitti". Cracovia, Wadowice, città natale di Giovanni Paolo II, la comunità religiosa di Niegowic, dove il giovane Wojtyla, appena ordinato prete, aveva operato come parroco, hanno risposto all’annuncio della data della canonizzazione del pontefice polacco lanciando iniziative volte ad approfondire la conoscenza del suo magistero. A Varsavia i giovani della Fondazione Giovanni Paolo II invitano tutti "a diventare santi", mentre il rettore del santuario della Divina misericordia a Lagiewniki, mons. Jan Zajac, dichiara: "Non dobbiamo ammirare solo la persona del pontefice, ma dobbiamo adottare i suoi insegnamenti". ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy