PAPA FRANCESCO: A LEADER RELIGIOSI, NO "GIUSITIFICAZIONE RELIGIOSA A VIOLENZA"” “

"Diciamo con forza, tutti, continuamente, che non può esservi alcuna giustificazione religiosa alla violenza, in qualsiasi modo essa si manifesti". Lo ha chiesto oggi Papa Francesco incontrando in Vaticano i circa 400 leader religiosi ed esponenti del mondo politico e della cultura, che stanno partecipando a Roma all’incontro internazionale per la pace promosso nello Spirito di Assisi dalla Comunità di Sant’Egidio (clicca qui). "No! – ha detto il Papa – Non possiamo mai rassegnarci di fronte al dolore di interi popoli, ostaggio della guerra, della miseria, dello sfruttamento. Non possiamo assistere indifferenti e impotenti al dramma di bambini, famiglie, anziani, colpiti dalla violenza. Non possiamo lasciare che il terrorismo imprigioni il cuore di pochi violenti per seminare dolore e morte a tanti". "Come responsabili delle diverse religioni – ha quindi proseguito Papa Francesco – possiamo fare molto. La pace è responsabilità di tutti. Pregare per la pace, lavorare per la pace! Un leader religioso è sempre uomo di pace, perché il comandamento della pace è inscritto nel profondo delle tradizioni religiose che rappresentiamo. Ma che cosa possiamo fare? Il vostro incontrarvi ogni anno ci suggerisce la strada: il coraggio del dialogo, che dà speranza". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy