SOVVENIRE: MONS. NEGRO, LA COMUNITÀ UMANA "HA BISOGNO DELLA CONDIVISIONE" (2)” “” “

"I beni da condividere – ha aggiunto monsignor Negro – sono le cose che danno consistenza al nostro quotidiano relazionarci, sono le cose che ci nutrono e ci consentono di comunicare, che ispirano i progetti e istituiscono legami di affetto. Sono le cose che incontriamo quotidianamente, a cui ciascuno dovrebbe poter ricorrere quando ne ha bisogno; fanno parte di quei presupposti, talvolta invisibili ma senz’altro reali, grazie a cui la comunità umana e cristiana si tiene in piedi". La comunità umana "ha bisogno della condivisione, della solidarietà, quanto ‘la ricchezza’ ha bisogno di uomini e donne, e non soltanto di borse e mercati, che, proprio condividendola, la facciano circolare in tutte le dimensioni della vita". Parafrasando una parola della Scrittura, il presule ha evidenziato che "non si vive di solo accumulo dei beni perché è altrettanta necessaria la distribuzione nella forma della condivisione". Infatti, "non tutto può essere gestito in termini di sola rimunerazione: esiste una dimensione per così dire ‘simbolica’ che concerne l’istituirsi e il consolidarsi del legame sociale, che moltiplica la creatività e tesse trame di riconoscenza". E ciò, a maggior ragione, "là dove – come nel caso della comunità cristiana – si tratta, in definitiva, di condividere un progetto o, meglio, di condividere delle esperienze per il tramite di determinati beni".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy