SCOZIA: MONS. CUSHLEY, NEO VESCOVO DI EDIMBURGO. "CHIEDO AIUTO E PREGHIERE"

"Lo guardò con misericordia e lo scelse": è stato proprio il motto di Papa Francesco che monsignor Leo Cushley ha letto e meditato questa mattina per prepararsi all’inizio del suo ministero quale arcivescovo di Edimburgo. L’ha raccontato lui stesso a conclusione della cerimonia, nella cattedrale di st. Mary’s, spiegando che Francesco gli aveva chiesto, due settimane fa, durante un colloquio personale di mezz’ora, di leggere le letture del giorno sulla conversione di Matteo prima di affrontare il suo nuovo incarico. "Il Papa mi ha spiegato che essere misericordioso non significa essere debole, ma che vuol dire essere gentili e fermi nello stesso tempo", ha detto Cushley durante la celebrazione. A consacrarlo, alla presenza del primo ministro scozzese Alex Salmond, sono stati il cardinale James Harvey, già suo superiore nella Segreteria di Stato, il nunzio apostolico per la Gran Bretagna arcivescovo Antonio Mennini e l’arcivescovo di Glasgow Philip Tartaglia. Scozzese di nascita, mons. Cushley ha lasciato il suo incarico di responsabile della sezione inglese della Segreteria di Stato per guidare questa chiesa fortemente ferita dagli scandali che quest’anno avevano investito il predecessore, card. Keith O’Brien. (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy