LEGALITÀ: UNA GIORNALISTA E UN MAGISTRATO, "LE MAFIE SI SCONFIGGONO INSIEME"

"La legalità del noi. Le mafie si sconfiggono solo insieme". È il titolo di un libro scritto a due mani da un giornalista del Tg3, Gianni Bianco, che da cronista si è occupato spesso di corruzione, mafie e malaffare, e un magistrato, Giuseppe Gatti, sostituto procuratore della direzione Distrettuale Antimafia di Bari che dal 2008 segue le inchieste sulla criminalità organizzata pugliese. È stato presentato oggi a LoppianoLab, la manifestazione in corso nella cittadella internazionale del Movimento dei focolari. Il libro si presenta come un percorso di formazione alla legalità rivolto in modo particolare ai giovani. "La denuncia – spiega Bianco – è importantissima e da questo punto di vista libri come Gomorra sono stati fondamentali per l’impatto che hanno avuto sull’opinione pubblica, ma altrettanto importante è lanciare soprattutto ai giovani un messaggio di speranza, e dire che vincere le logiche mafiose è possibile". "Alla logica mafiosa che fa presa sulla violenza e la sopraffazione e vede l’altro come un nemico, una terra di conquista – dive Gatti – bisogna contrapporre la legalità del noi", costruire cioè una comunità che di fronte al problema e alla sopraffazione "sa stringersi e reagire insieme". Perché come diceva Paolo Borsellino: "la lotta alla mafia non doveva essere soltanto una distaccata opera di repressione ma un movimento culturale e morale, anche religioso, che coinvolgesse tutti, che tutti abituasse a sentire il fresco profumo della libertà".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy